iten

News

Successi importanti in due continenti per la 458 GT

Successi importanti in due continenti per la 458 GT

Maranello, 29 settembre – E’ stato un sabato di festa per la Ferrari. Non capita tanto di frequente di poter celebrare la conquista di due campionati importanti in due continenti diversi, com’è accaduto ieri. Se la vittoria in entrambe le classi dell’European Le Mans Series era già stata messa in conto – anche se la doppietta in GTE e la tripletta in GTC hanno dato un sapore speciale ad un doppio trionfo – non altrettanto poteva dirsi della Grand-Am. A Lime Rock (Connecticut) c’erano avversari fortissimi ed un deficit di punti da recuperare sulla Porsche nella classifica a squadre e in quella piloti nel campionato costruttori il vantaggio era piuttosto risicato. L’incidente che ha praticamente messo fuori corsa la Porsche di Lally e Potter al secondo giro ha dato una grossa mano al team di Scuderia Corsa ma gli equipaggi e le due 458 in versione Grand-Am sono stati impeccabili fino alla fine, consentendo ad Alessandro Balzan di laurearsi campione, alla squadra di Giacomo Mattioli di vincere il suo primo titolo e alla Ferrari di affermarsi fra i costruttori, ripetendo così la tripletta dello scorso anno.

“Siamo molto felici, rivincere un titolo così importante come quello della Grand-Am è davvero una bella soddisfazione” – ha detto a www.ferrari.com Antonello Coletta, responsabile del Dipartimento Corse Clienti di Maranello – “Voglio ringraziare piloti e squadre che hanno difeso i nostri colori negli USA per l’impegno e lo spirito con cui hanno affrontato questo campionato. Ieri poteva essere una giornata difficile ma tutti hanno dimostrato di saper dare il meglio di sé nel momento giusto”.

Alessandro Balzan non è alla sua prima vittoria con la Ferrari: il pilota di Rovigo nel 2012 si era infatti laureato campione europeo e mondiale del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli. “Non mi sono mai rilassato durante la gara perché tutto poteva sempre accadere” – ha detto al termine della gara che gli ha dato il titolo – “Sapevo che ero in testa al campionato e che dovevo stare molto attento così cercavo di non fare errori quando i prototipi mi superavano ma così perdevo tanto tempo. Sono felicissimo per la squadra: è incredibile essere riusciti a vincere al nostro primo anno. Voglio ringraziare Giacomo Mattioli perché ha creduto in me, altrimenti non avrei mai avuto questa opportunità. E’ un sogno per un italiano arrivare in America e vincere con la Ferrari”.

Anche nella European Le Mans Series è arrivato il bis del 2012 nella classe maggiore ma quest’anno c’era una vera concorrenza e, in più, è arrivato anche il successo nella classe oggi denominata GTC. “Vincere un campionato come la ELMS è un risultato molto importante e vedere due squadre primeggiare nelle due classi è una soddisfazione notevole” – ha aggiunto Coletta – “A nome della Ferrari faccio i complimenti al team Ram Racing per il successo in GTE e a quello SMP per quello in GTC e ovviamente ai piloti che si sono laureati campioni: Mowlem, Griffin, Babini, Shaitar, Ladygin”.

Vedi anche: Lime Rock, Paul Ricard, Campionati GT, European Le Mans, Grand AM